Autovelox Vergilius

Come se non bastassero autovelox e tutor a rendere complicata la vita di ogni guidatore moderno, arriva un terzo importante strumento sulle strade italiane: l’autovelox Vergilius. Ispirato al nome in latino di Virgilio, questo nuovo strumento andrà a porsi a metà tra i due strumenti che già abbiamo imparato a conoscere bene.

In questo articolo vediamo insieme qual è il funzionamento dell’autovelox Vergilius, quali sono le differenze con i suoi cugini autovelox e tutor, dove possiamo trovare questo strumento, quali le sanzioni previste e come difendersi da tutto ciò.

Come funziona l’autovelox Vergilius

Come abbiamo già accennato questo autovelox Vergilius si pone come una via di mezzo tra l’autovelox e il tutor. Infatti questo nuovo strumento sulle nostre strade permetterà, agli organi competenti, di registrare contemporaneamente sia la velocità istantanea che quella media su un tratto di strada.

Il margine di tolleranza, come per gli altri strumenti, è sempre fissato al 5%. Il nostro consiglio è però di non fidarsi troppo di questa strumentazione e procedere con cautela in questi tratti di strada.

Differenze con gli autovelox e i tutor

Le differenze di Vergilius con autovelox e tutor sono piuttosto intuitive. Il primo strumento consente solamente di rilevare la velocità istantanea, ovvero in un punto e momento preciso della strada. Il secondo strumento invece consente di rilevare la velocità media in un tratto di strada determinato da due portali, uno di accesso e uno di uscita.
Sebbene il tutor possa, se correttamente impostato, rilevare anche la velocità istantanea, non può fare le due cose contemporaneamente così come fa Vergilius.

In quali punti possiamo trovare Vergilius

Se ti stai già preoccupando di incontrare questa nuova strumentazione sulle strade, Vergilius, va purtroppo detto che non è solo presente in autostrada, anzi. Vergilius è stato installato per la prima volta sulla statale 7 quater via Domitiana in Campania. Solo in questo punto, in solo due giorni dall’installazione sono state segnalate e verbalizzate 500 infrazioni della velocità. Confermando quanto anche Vergilius sia un altro stampa multe, al servizio dei comuni che devono battere cassa.
Dopo questo punto il sistema Vergilius è stato installato in altre zone d’Italia, in particolare in: Campania, Emilia Romagna e Lazio. L’unica autostrada su cui risulta attualmente presente è l’A3 Salerno – Reggio Calabria.

Quali sono le sanzioni previste

Nel caso in cui Vergilius dovesse rilevare una velocità eccessiva, la multa prevista potrà variare in base alla velocità raggiunta. Nel caso in cui il limite venga superato di massimo 10 km/h l’importo varierà tra 41 e 168 euro. Oltre i 10 km/h ma sotto i 40 km/h avrai un verbale da 168 a 674 euro. Tra 40 e 60 km/h da 527 a 2108 euro, più sospensione della patente da 1 a 3 mesi. Infine per velocità oltre i 60 km/h sopra il limite consentito, il verbale sarà tra i 821 e i 3287 euro, con inoltre la sospensione della patente da 3 a 6 mesi.

Autovelox Vergilius: come difendersi

Ovviamente ogni verbale e ogni contesto stradale può esporsi a interpretazioni e problemi. Ricordati di esaminare con cura ogni multa e non pagarla solo perchè pensi di doverlo fare, ma affidati a professionisti per verificare la possibilità di opporsi.
Puoi approfondire il tema con questo articolo che abbiamo dedicato al tema delle contestazioni: come contestare le multe per eccesso di velocità. Oppure se hai già ricevuto il verbale puoi inviarci una copia per una valutazione gratuita, utilizzando il modulo di contatto o inviandoci una mail a info@ricorsi.net

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.