Abolire Equitalia: Rubare ai poveri per dare ai ricchi

17
Siamo alle solite, tante belle parole e buone speranze, ma zero fatti. A destra e a manca si urla all’iniquità dell’attuale sistema di riscossione e, quando finalmente c’è l’occasione di spazzarlo via o almeno ripensarne il funzionamento, tutto si risolve con una semplice abrogazione della proposta di legge.
I media ne hanno parlato poco o per nulla (come solitamente avviene per le notizie scomode a chi assegna le poltrone), ma i fatti sono questi: il 27 maggio scorso il parlamento è stato chiamato a deliberare sulla proposta di legge volta ad abolire Equitalia e la maggioranza, compatta come in poche altre occasioni, si è espressa in senso contrario.
La proposta “abolire Equitalia” proveniva, come noto, dai cinque stelle. Le opinioni che qui esprimiamo, tuttavia, sono assolutamente apolitiche e apartitiche: non ci interessa sostenere questo partito o quel movimento. Lo stato ha ovviamente necessità di raccogliere i tributi, sarebbero state da ridiscutere le modalità, perché quelle attuali non sono degne di un paese civile. In un paese civile, l’Agenzia delle Entrate dovrebbe lavorare per perseguire gli evasori e non vessare i contribuenti in difficoltà, quelli che non pagano perché non sono economicamente in grado d farlo.Questo è racket, non riscossione dei tributi. Non vogliamo cadere nel qualunquismo, degno delle più becere campagne elettorali, ma il ragionamento è semplice.

L’attuale sistema di riscossione segue la logica di un rapinatore, che, pistola in pugno ti intima “o la borsa o la vita”. Così, se hai la borsa, la cedi e mandi a rotoli la tua attività (che magari avrebbe potuto generare reddito e occupazione); se invece non hai la borsa (ovvero non hai materialmente come pagare i tributi), allora o Stato ti uccide economicamente: ti impone sanzioni che si cumulano ai tributi, cosicché se non riuscivi a pagare prima, sarà impossibile che tu riesca a pagare dopo. Come l’ultimo degli strozzini, applicando sanzioni, interessi e aggi, il debito raggiungerà cifre folli e Equitalia potrà pignorarti la casa e buttare per strada te e la tua famiglia. Sono storie da incubo, ma è quello che spesso ci racconta chi chiede assistenza alla nostra associazione.

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.