Monopattini elettrici: nuova normativa

I monopattini elettrici sono la nuova frontiera del trasporto ecosostenibile.
Negli ultimi anni, nelle nostre città e non solo, abbiamo assistito sempre di più all’utilizzo di predetti mezzi atti allo spostamento breve.
Questo mezzo di trasporto alternativo, utilizzato sopratutto dai giovani, risulta molto comodo.
Va però ricordato che, come ogni altro mezzo di trasporto, anch’esso non è privo di rischi. 
Proprio per questa ragione, è necessario che chiunque si muova con un monopattino elettrico rispetti le regole di buon senso oltre che del Codice della Strada.
Grazie al Bonus Mobilità sicuramente si è incentivato l’acquisto dei mezzi di trasporto “green” .
Proprio per il diffondersi di questi nuovi veicoli ha reso necessaria una normativa nuova, creata proprio per disciplinare il movimento dei monopattini elettrici.

Regole sui monopattini prima del decreto del 18 agosto 2022

La legge n.160/2019 nel suo art. 75, modificata successivamente dal Decreto Milleproroghe del 2021, aveva indicato quali dovessero essere le caratteristiche dei monopattini, facendo ricadere quest’ultimi nella categoria dei velocipedi. 

Questo cosa significa?

Che il monopattino elettrico veniva equiparato ad una bicicletta.
Questo aveva creato molti problemi, sopratutto per quanto riguarda le omologazioni, le immatricolazioni , la targatura e la copertura assicurativa.
Successivamente, con il DL n.121/2021 convertito in Legge n. 1256 del 9 novembre 2021, vengono apportate alcune modifiche ed inserite alcune novità.
Per prima cosa si è provveduto alla riduzione del limite massimo di velocità che da 25 km/h è passato a 20 km/h su strada urbana e 6 km/h nelle zone pedonali, comprese le piste e corsie ciclabili, e ovunque sia permesso il transito delle biciclette.
Anche per i monopattini elettrici è vietata la sosta sui marciapiedi, con una sanzione pecuniaria per il trasgressore che parte da un minimo di 42 € ad un massimo di 168€, come previsto dall’art.168 del Codice della Strada.

La nuova normativa

Il Ministero delle Infrastrutture e della mobilità sostenibili, al fine di regolamentare l’utilizzo dei monopattini elettrici, attraverso il Decreto del 18 agosto 2022, ha approvato una normativa tecnica.
In primo luogo, il Ministero delle Infrastrutture, attraverso questo decreto ha, per cosi dire, preso consapevolezza del fatto che i monopattini elettrici presentano caratteristiche differenti rispetto alle biciclette e per questa ragione ha disposto che debbano avere delle dotazioni utili per la sicurezza.

Quali sono le dotazioni che i monopattini elettrici devono avere?

La nuova normativa oltre ad indicare le caratteristiche tecniche generali che il monopattino deve avere, come elencate all’articolo 2, essa stabilisce che dal 30 settembre 2022 questi:

  • devono essere dotati di freno su entrambe le ruote. 
  • I dispositivi frenanti devono essere indipendenti per entrambi gli assi al fine di agire in maniera efficace su entrambe le ruote;
  • devono essere provvisti di stop o luce di arresto (luce rossa) e di indicatori di direzione sia sulla ruota anteriore ( luce bianca o gialle ) che posteriore (luce rossa) entrambe a luce fissa;
  • devono essere, posteriormente dotati di catadiottri rossi e lateralmente di catadiottri gialli, i quali devono soddisfare i requisiti previsti dall’art. 224 del regolamento di attuazione al nuovo Codice della Strada, come ogni altro dispositivo luminoso posto sul monopattini;
  • devono essere, altresì, dotati di un segnalatore acustico ed il suono emesso da esso deve avere un intensità tale da poter essere udito ad una distanza di almeno 30 m;

Chi non rispetta e chi non si adegua a tali disposizione può incorrere, ovviamente, in sanzioni previste dal codice della strada.

Per correttezza, inoltre, va specificato che ad oggi non è ancora previsto l’obbligo del casco salvo per i minori di 18 anni, che lo devono obbligatoriamente indossare.
Non è neppure necessario che il veicolo sia assicurato per poter circolare, anche se molte compagnie assicurative propongono polizze specifiche per i monopattini elettrici, al fine di coprire i possibili danni provocati a terzi durante la circolazione. 
Per quanto riguarda i limiti di età, la guida dei monopattini elettrica è consentita a partire dai 14 anni.
La guida notturna è consentita ma il guidatore deve indossare il giubbotto catarifrangente o bretelle retroriflettenti e il monopattino deve essere dotato di luci bianche e gialle anteriori e rosse posteriori accese.
Il divieto alla sosta sul marciapiede, come già sopra riportato, rimane l’unico limite sui parcheggi adibiti ai monopattini, oltre alle regole di buon senso quali il non intralciare il transito di altri veicoli e la circolazione delle persone oltre all’accessibilità dei varchi privati in zone carrabili. 
Per quanto riguarda specificatamente la sosta sui marciapiedi essa può essere consentita, qualora il Comune su di essi abbia adibito zone ad hoc debitamente segnate.

Il nuovo Decreto verrà applicato a tutti i monopattini elettrici nuovi commercializzati dal 30 settembre 2022 , anche se a partire dalla data di entrata in vigore l’applicazione rimane facoltativa.
I monopattini elettrici già in circolazione prima di quella data, risulta ovvio che, debbano essere adeguati alla normativa come disposto da questa entro il 1 gennaio 2024.

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.