Multe al mare

84
Le vacanze sono alle porte e il traffico autostradale si appresta a registrare i consueti picchi estivi. Statistiche alla mano, infatti, luglio e agosto sono i mesi durante i quali le nostre vetture percorrono più chilometri e proporzionalmente maggiori sono i verbali emessi dai comandi di polizia.
Le multe prese per infrazioni commesse durante i mesi di esodo sono tra le più insidiose per due particolari ragioni, in virtù dei differenti organi da cui provengono:
1) da un lato vi sono le multe emesse dalla polizia stradale per le infrazioni (solitamente eccessi di velocità rilevati con tutor SICVe) commesse lungo l’asse autostradale;

2) dall’altro vi sono le multe, di qualsiasi natura (solitamente divieti di sosta et similia), rilevate presso le località balneari, dalla solerti amministrazioni comunali che in estate vedono quadruplicarsi le auto che percorrono le strade del proprio tessuto urbano…e non sia mai detto che rinuncino ad ingrassare i propri bilanci perseguendo ogni minima presunta irregolarità!

In un caso o nell’altro, l’epilogo è sempre lo stesso: si ritorna a casa abbronzati e rilassati e, agli inizi di settembre, le multe prese durante le vacanze penseranno a farci andar via il buon umore.

A chi nel corso dell’inverno appena trascorso ha già dimenticato i buoni propositi, ricordiamo di:
1) moderare la velocità in autostrada, perché gli autovelox non hanno pietà;
2) una volta giunti a destinazione, rispettare scrupolosamente il Codice della Strada, perché gli ausiliari del traffico di pietà ne hanno anche meno!

Sono, infine, opportune due precisazioni, qualora malauguratamente al ritorno ci sia una multa ad attendervi:
1) Il ricorso va presentato alla prefettura o al giudice di pace del luogo in cui sarebbe avvenuta la presunta infrazione;
2) Il termine per fare ricorso al Prefetto è di sessanta giorni; quello per fare ricorso al Giudice di Pace è invece di trenta giorni. Tuttavia, per il caso in cui si presenti ricorso al Giudice di pace, si dovrà considerare il periodo di sospensione feriale che va dal primo agosto al quindici settembre (vi rimandiamo a quest’articolo per saperne di più).

Un’ ultima nota di dolore (almeno per noi!): anche se a personale ridotto, la redazione di ricorsi.net e i nostri esperti e consulenti legali saranno sempre incessantemente all’opera, anche durante il mese di agosto.

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.