Portonaccio: il Comune di Roma condannato a pagare

410
Delle multe di Via del Portonaccio (a Roma) ce ne siamo occupati in più occasioni, descrivendo le numerose irregolarità dell’amministrazione, per l’assenza di preavviso e di segnaletica. Abbiamo presentato circa 1000 ricorsi e siamo felici di annunciare che i primi riscontri sono positivi! Chi volesse approfondire l’argomento, può ad esempio leggere questo nostro articolo di qualche mese fa.
Adesso i nodi stanno venendo al pettine e iniziano ad arrivare le prime sentenze. La giustizia ci sta dando ragione. A volte anche in Italia chi è dalla parte della ragione riesce a far valere i propri diritti.
Quel che più ci rincuora, tuttavia, è che in molti casi non solo abbiamo ottenuto l’annullamento della multa, ma anche la condanna del Comune di Roma al pagamento delle spese legali. Per una volta non è il cittadino a pagare per gli errori commessi dalla pubblica amministrazione. È un esempio che meriterebbe di essere seguito più volte, per punire quelle amministrazioni comunali che, con multe assolutamente illegittime, cercano di spillare quattrini ai loro cittadini. Nell’immagine che qui di seguito pubblichiamo, è disponibile un estratto del Giudice di Pace di Roma: esito della sentenza Accoglimento e condanna al pagamento di euro 223,00.

Considerando che la multa in oggetto (per transito in corsia riservata) prevedeva una sanzione di 98,00 euro e che il Comune di Roma ne dovrà pagare più del doppio per la condanna alle spese, cosa ne sarebbe delle casse del Comune di Roma, se questa tendenza fosse seguita anche da altri giudici?