Autovelox di Fiumicino, Via Carlo del Prete

La “guerra” agli Autovelox è sempre più pregnante. Quasi ogni giorno ne vengono installati di nuovi ed ulteriori, al fine di incentivare una corretta sicurezza stradale (o semplicemente far cassa!). 

Un vivo dibattito ha visto quale protagonista l’Autovelox installato nei primi mesi del 2022 in zona Fiumicino e, più precisamente, alla via Carlo del Prete.

In effetti, le prime segnalazioni sono arrivate intorno alla fine di maggio del medesimo anno.

Gran parte delle persone sanzionate affermavano per di più di essere state tratte in inganno, dal momento che  la segnaletica riportava quale limite massimo di velocità consentita su quel tratto i 60 km/h, mentre il dispositivo rilevava infrazioni una volta superato il limite dei 50 km/h. Casualmente, poi, a seguito delle segnalazioni dei cittadini e della successiva verifica da parte delle figure preposte nel Comune, il cartello in questione è stato rimosso intorno alla metà del mese di giugno, grazie ad una sollecitazione da parte dell’Anas competente per il tratto in questione – proprio per la potenzialità di trarre in inganno un’infinità di cittadini.

Come nella foto del verbale che pubblichiamo qui a seguire, uno degli autovelox che ha rilevato il maggior numero di infrazioni è quello su via Carlo del Prete in direzione TERMINAL di Fiumicino. L’apparecchiatura, approvata e non omologata, è il VELOCAR-VRS EVO-R Versione EVO-VRS-T12- 5- R, con matricola n. 596.

Sebbene, ad oggi, sia stata ripristinata la segnaletica indicante l’effettivo limite di velocità da rispettare, sembrerebbe opportuno procedere all’annullamento di tutte le contestazioni rilevate sin dall’installazione dell’autovelox in questione fino al momento in cui la situazione è stata riportata a conformità.

Il Codacons ha evidenziato l’onerosità delle sanzioni inflitte, sottolineando come si stia in realtà “semplicemente assistendo ad un rimpallo di competenze ove il Comune di Fiumicino, pur di non dar risposte o trovare soluzioni sul tema, decide di puntare il dito nei confronti di Anas. Multe che interessano non solo gli utenti che si recano all’aeroporto per un viaggio ma soprattutto i cittadini che per motivi di lavoro si ritrovano a transitare almeno due volte al giorno su quel tratto di strada“.

Come sempre, comunque, v’è la dimostrazione del reale intento dell’impiego di dispositivi di rilevazione della velocità: fare cassa. Una segnalazione, in particolare, dimostra quanto detto e riguarda il caso di un cittadino che, nel giro di pochissimi giorni, ha ricevuto 5 contestazioni, tutte concernenti il medesimo tratto di strada.

Molti cittadini affermano di non comprendere quale sia il motivo del limite prescritto, non necessitando il tratto in esame particolari accortezze ulteriori e, sottolineando, dall’altro lato, una scarsissima visibilità della segnaletica in esame.

Elemento, questo, che incide notevolmente sull’aumento di manovre brusche ed improvvise, spesso seguite da tamponamenti a catena succedutisi proprio a causa “dell’ inchiodare” repentino delle macchine, una volta accortesi del cartello segnaletico.

Illegittimità: scarsa visibilità.

Con riguardo alla visibilità stradale, v’è da sottolineare come la stessa risulti ulteriormente compromessa: e ciò in particolar modo di notte, essendo la segnaletica già scarsamente visibile con le luci del giorno.

Elemento, questo, che ha scatenato – inevitabilmente – una pioggia di ricorsi. In relazione a questi, in effetti, tanto il legislatore quanto la giurisprudenza di settore hanno più volte ribadito la necessità che siano rispettati una serie di requisiti specifici. Di fatti, con riguardo alla presenza degli autovelox sulle strade italiane è prescritto, in primis, che gli stessi siano correttamente segnalati per mezzo di – appunto – appositi segnali – e che, inoltre, vengano rispettati i dettami in tema di distanza tra la segnaletica e apparecchio stesso.

Pertanto, è necessaria tanto la piena visibilità delle segnalazioni quanto la corretta distanza per consentire ai conducenti di rendersi conto, per tempo, delle manovre da adottare una volta cambiata la segnaletica nel tratto di interesse.

Condividi
Federica Surace
Federica Surace
Articoli: 3

14 commenti

  1. Oggi mi è arrivata a casa questa multa veramente a mio modo ingiusta di quasi 200€ e 3 punti sulla patente per 15kh sopra il limite in un tratto di strada da me effettuato di notte dove non ricordo assolutamente di aver visto ben segnalato l’autovelox in questione e il limite di velocità a 50kh che comunque per quel tratto di strada non è necessario, comunque è possibile fare qualcosa ? Già ho inviato la foto della multa sul portale.

  2. Mi sono ritrovato 3 multe in giro di 4 giorni…passando li da anni e sapendo della trappola sto attento a stare ben sotto la soglia consentita, eppure sembra che non basti più , e la zona è un cantiere aperto che per fare Ostia – Aereoporto ci vuole 30 minuti a passo d’uomo….si può fare qualcosa??grazie

  3. La multa è a nome di mio figlio che sta fuori per lavoro. L’ammontare è 142,11 entro 5 giorni e 194,01 più decurtazione di 3 punti su la patente. Mi è arrivata il 30 novembre e non so che fare. Vimando la foto della multa domani grazie

  4. Buon pomeriggio, ho inviato una mail allegando il verbale che mi è stato notificato oggi, per sapere se c’è possibilità di intentare ricorso o pagarlo prima che scadano i 5 giorni. Resto in attesa di Vostro riscontro, grazie

  5. Purtroppo io detengo un record impressionante di multe da quell’autovelox, perché totalmente ignara del limite dei 40 Km. Inoltre non sembra chiara la gestione di quel tratto di strada , che secondo alcuni sembrerebbe in gestione all’Anas e non al Comune di Fiumicino. E’ possibile avere una informazione certa a tal proposito?
    Grazie

  6. Vittima per la seconda volta dello stesso autovelox di via Carlo Del Prete. Ho inviato la foto del verbale per la valutazione e attendo risposta. Nel frattempo ho una domanda. Se l’autovelox in questione è illegittimo, perché serve valutare la fattibilità del ricorso? Grazie mille

  7. Idem anche per me. Stessa multa sullo stesso tratto di strada all’altezza di via del prete. Stavo andando in aeroporto per un volo in partenza alle 06:00 di mattina e l’autovelox ha rilevato l’infrazione prima delle 04:00 del 19 maggio 2023 (notificata il 4 settembre 2023). Ricordavo che su quel tratto il limite era 60km. Essendo notte la segnaletica dell’autovelox era scarsamente visibile ma comunque sono stato multato. Autovelox di nuova generazione da quanto ho letto. Un bel jackpot per il Comune di Fiumicino. Non tornero’ in zona nemmeno per mangiare al ristorante o fare una passeggiata. Cosi il comune non fa piu cassa ma ci rimettono anche gli esercenti. Sconsigliate il comune di Fiumicino ad amici e parenti.

    • Ciao Gianluca, mi stavo documentando visto che anch’io sono vittima del famigerato autovelox. Ho notato che ti è stata notificato il verbale con oltre 90 gg. Se ancora non l’hai pagata credo che puoi chiedere l’annullamento per questo motivo. Ame purtroppo l’hanno notificata nei tempi previsti….. 🙁

  8. Salve ho ritirato oggi la stessa multa che avete pubblicato nell’articolo volevo sapere se c’erano già stati esiti positivi con il prefetto per evitare ovviamente di pagare il doppio. La multa é del 30 maggio ma, mi é stata notificata l’11 agosto sarei ancora nei termini?

  9. Salve, ho ritirato oggi la stessa multa che avete pubblicato nell’articolo, volevo sapere se c’erano già stati esiti positivi con il prefetto, per evitare ovviamente di pagare il doppio. La multa é del 30/05 ma mi é stata notificata l’11 agosto, sarei in caso nei termini?

    • Gentile Luca, la presentazione di migliaia di ricorsi potrebbe indurre l’amministrazione locale a disattivare l’autovelox, in quanto illegittimo. Se desideri una valutazione della tua multa puoi inviarcene copia all’indirizzo info@ricorsi.net.

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Molto buono

4s

Sulla base di 422 recensioni su