Semaforo Vasto in Viale Dalmazia

Vasto è una delle città più importanti dell’Abruzzo e si trova precisamente in provincia di Chieti, a poca distanza dal mare. Sulle rive di questo sorge la frazione di Vasto Marina dove un semaforo sta rendendo impossibile la vita dei guidatori della zona. In particolare parliamo del semaforo posto sul punto di intersezione tra S.S. 16 e Viale Dalmazia, in un luogo in cui probabilmente nemmeno serve davvero.

In questo articolo andremo ad approfondire tutti i dettagli di questo semaforo di Vasto, il suo funzionamento, la possibile taratura errata e come fare ricorso in caso tu abbia ricevuto già un verbale.

Semaforo Vasto: funziona o no?

Serve o meno questo semaforo a Vasto? A chiederselo è stata anche l’amministrazione che infatti per anni lo ha tenuto spento e in disuso. Il motivo si ritrova nella sua stessa collocazione, in un punto particolare cui il guidatore è quasi obbligato a rallentare, anche senza bisogno di questo ulteriore strumento.

Da qualche tempo però il comune di Vasto ha attivato nuovamente il semaforo e l’ha dotato di strumenti di rilevamento per individuare coloro che fossero passati con il rosso. La conseguenza è stata, come ovvio, una pioggia di multe che hanno fatto la gioia e la ricchezza delle casse del comune.

Problemi con il semaforo di Vasto

Ovviamente questo semaforo ha qualche problema, che non riguarda solo la posizione di dubbia utilità. Infatti ogni semaforo dovrebbe servire ad aumentare la sicurezza per tutti gli utenti della strada, ma questo presenta alcune criticità che possono rendere anche più insicuro quel tratto.

Oltre a questo, alcuni utenti hanno ricevuto multe nonostante fossero certi di aver mantenuto un comportamento corretto e di non aver oltrepassato la linea d’arresto durante l’intervallo di accensione della lanterna semaforica rossa. Le testimonianze sono tante da poter effettivamente dubitare che il dispositivo di rilevazione automatica (Velocar Red&Speed EVP-LO) funzioni in modo impeccabile e che sia stato puntualmente sottoposto alle verifiche di funzionamento periodiche prescritte dal decreto di omologazione.

Oltre a possibili malfunzionamenti del Velocar Red&Speed EVP-LO, le numerose rilevazioni effettuate dal dispositivo potrebbero essere dovute anche all’eccessiva brevità del giallo, che si frappone temporalmente tra il periodo di accensione della lanterna verde e quella rossa: in altri termini, gli automobilisti avrebbero la percezione di passare col verde, nel mentre alle loro spalle, al momento di “toccare” la linea di arresto, il samoforo avrà già rapidamente cambiato due volte colore, passando al giallo e pochi istanti dopo direttamente al rosso.

Anche in questo caso, la come più volte chiarito dalla Cassazione, gli accertamenti delle infrazioni saranno da considerare illegittimi e le condotte degli automobilisti non potranno considerarsi illecite.

Semaforo Vasto: le sanzioni previste

Come per tutti i semafori in Italia, il passaggio con il rosso è una contravvenzione punita abbastanza severamente, anche in ragione dei concreti rischi alla sicurezza stradale che la condotta potrebbe comportare. La sanzione prevista può variare da euro 150 a 599 euro, a cui si aggiungono anche i sei punti rimossi dalla patente.

Come fare ricorso contro il semaforo di Vasto

Se anche tu hai ricevuto un verbale per semaforo rosso a seguito di una rilevazione effettuata dal Velocar Red&Speed EVP-LO collocato in Via Dalmazia, inviaci copia della multa, tramite il modulo di contatto o inviandoci una mail a info@ricorsi.net. Entro poche ore riceverai la nostra valutazione gratuita.

Per altri dettagli, ti raccomandiamo di leggere il nostro approfondimentoRicorso contro la multa per semaforo rosso.

Qui a seguire una delle foto dei verbali incriminati

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.