In caso di ricorso al Giudice di Pace, qual è la procedura da seguire?

97

Dopo aver presentato il ricorso, l’ufficio del Giudice di Pace provvederà a notificare al ricorrente un biglietto di cancelleria in cui sarà annotata la data d’udienza, il nome del Giudice ed eventualmente la sezione ed il numero dell’aula. Presentarsi in udienza è obbligatorio, poiché l’assenza del ricorrente verrebbe intesa come atto di rinuncia al ricorso. In udienza il ricorrente potrà presentarsi personalmente (senza avvocato) o, in caso di indisponibilità, delegando un familiare o un conoscente. La delega potrà essere scritta in carta semplice, senza alcuna particolare formalità. Come delega si potrà adattare al proprio caso il seguente testo:

Il sottoscritto Sig. _____ [indicare il nome del ricorrente delegante] delega il Sig. _____ [indicare il nome del delegato] a presentarsi il giorno _____ [indicare la data dell’udienza] innanzi al Giudice di Pace di _____ [indicare l’ufficio competente], dott. _____ [indicare il nome del Giudice], al fine di richiedere l’accoglimento dell’opposizion e sollevata avverso il verbale n _____ [indicare il numero del verbale oggetto del ricorso] emesso dal comando di polizia _____ [indicare il comando che ha emesso il verbale]. Firma del ricorrente

L’udienza rappresenta comunque generalmente una pur formalità in cui il ricorrente non dovrà fare altro che riportarsi a quanto scritto nel ricorso, chiedendone l’accoglimento. Il Giudice esaminerà il verbale (o la cartella esattoriale), leggerà il ricorso, ascolterà le parti se richiesto o ritenuto necessario e deciderà se accogliere o meno l’istanza.

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.