Ricorsi.net
assistenza
Email
Fax

Istanza di restituzione della patente

Oltre la sanzione pecuniaria e la decurtazione dei punti, per molte infrazioni, il Codice della Strada prevede la sanzione accessoria relativa alla sospensione della patente.
Inutile sottolineare che in questi casi la portata afflittiva della sanzione è enorme: l'automobilista a cui sia stata, infatti, sospesa la patente non è più nella giuridica condizione di poter guidare, con tutte le conseguenze che ciò può comportare per la sua vita lavorativa, affettiva e di relazione.


In questi casi, quando sia accertata una violazione da cui consegua la sospensione della patente, gli agenti accertatori sono tenuti a prelevare il documento di guida del trasgressore e a trasmetterlo entro il termine di cinque giorni alla competente prefettura.
La Prefettura, a sua volta, dispone del termine perentorio di 15 giorni dall'invio per emettere l'ordinanza di sospensione, che deve essere immediatamente comunicata al trasgressore. Pertanto, il termine entro cui al trasgressore deve essere comunicato il provvedimento di sospensione è di 20 giorni dalla data dell'accertamento dell'infrazione.{jcomments on}


La normativa di riferimento è l'art. 218 del Codice della Strada, il quale prevede:
Art. 218. Sanzione accessoria della sospensione della patente.
1. Nell’ipotesi in cui il presente codice prevede la sanzione amministrativa accessoria della sospensione della patente di guida per un periodo determinato, la patente è ritirata dall’agente od organo di polizia che accerta la violazione; del ritiro è fatta menzione nel verbale di contestazione della violazione. L’agente accertatore rilascia permesso provvisorio di guida limitatamente al periodo necessario a condurre il veicolo nel luogo di custodia indicato dall’interessato, con annotazione sul verbale di contestazione.
2. L’organo che ha ritirato la patente di guida la invia, unitamente a copia del verbale, entro cinque giorni dal ritiro, alla prefettura del luogo della commessa violazione. Il prefetto, nei quindici giorni successivi, emana l’ordinanza di sospensione, indicando il periodo cui si estende la sospensione stessa. Tale periodo, nei limiti minimo e massimo fissati nella singola norma, è determinato in relazione alla gravità della violazione commessa ed alla entità del danno apportato, nonché al pericolo che l’ulteriore circolazione potrebbe cagionare. L’ordinanza è notificata immediatamente all’interessato e comunicata al competente ufficio del Dipartimento per i trasporti terrestri. Essa è iscritta sulla patente. Il periodo di durata fissato decorre dal giorno del ritiro. Qualora l’ordinanza di sospensione non sia emanata nel termine di quindici giorni, il titolare della patente può ottenerne la restituzione da parte della prefettura.
3. Quando le norme del presente codice dispongono che la durata della sospensione della patente di guida è aumentata a seguito di più violazioni della medesima disposizione di legge, l’organo di polizia che accerta l’ultima violazione e che dalle iscrizioni sulla patente constata la sussistenza delle precedenti violazioni procede ai sensi del comma 1, indicando, anche nel verbale, la disposizione applicata ed il numero delle sospensioni precedentemente disposte; si applica altresì il comma 2. Qualora la sussistenza delle precedenti sospensioni risulti successivamente, l’organo od ufficio che ne viene a conoscenza informa immediatamente il prefetto, che provvede a norma del comma 2.
4. Al termine del periodo di sospensione fissato, la patente viene restituita dal prefetto. L’avvenuta restituzione viene comunicata al competente ufficio del Dipartimento per i trasporti terrestri , che la iscrive nei propri registri.
5. Avverso il provvedimento di sospensione della patente è ammessa opposizione ai sensi dell’articolo 205.
6. Chiunque, durante il periodo di sospensione della validità della patente, circola abusivamente è punito con la sanzione amministrativa del pagamento di una somma da € 1.842 a € 7.369. Si applicano le sanzioni accessorie della revoca della patente e del fermo amministrativo del veicolo per un periodo di tre mesi. In caso di reiterazione delle violazioni, in luogo del fermo amministrativo, si applica la confisca amministrativa del veicolo (1) (2).


Questa che segue è la formula da poter utilizzare per richiedere che la Prefettura restituisca la patente nel caso in cui entro il ventesimo giorno non sia stato ancora comunicato il provvedimento di sospensione. L'istanza può essere presentata a mano presso l'ufficio o spedita mediante raccomandata con ricevuta di ritorno.

Modello di istanza per la restituzione della patente


PREFETTURA DI . . .

Il sottoscritto . . ., nato a . . . il . . . e residente in via . . . n. . . ., codice fiscale . . ., elettivamente domiciliato in . . .,

Premesso che

- in data . . ., la . . . (indicare l´Autorità intervenuta), elevava all´istante, conducente dell´autovettura targata . . ., verbale di contestazione n. . . ., per violazione dell´art. . . . c.s. per aver « . . . (descrivere la contravvenzione concretamente elevata) . . . »;
- a titolo di sanzione amministrativa accessoria gli accertatori ritiravano all´esponente la patente di guida che in seguito inviavano alla Prefettura intestata in data . . . (o comunque entro il termine di legge di cinque giorni);
- tuttavia, nei quindici giorni successivi al predetto provvedimento la S.V. non emanava l´ordinanza di sospensione prevista dall´art. 218 c.s..
Tutto quanto sopra premesso, l´esponente

chiede
che la S.V. voglia disporre la restituzione all´istante della patente di guida n. . . . rilasciata il . . . e ritirata in data . . .,
Luogo e data

Con osservanza.

Il richiedente




Siamo al tuo fianco

ricorso multa

Dalla richiesta di valutazione gratuita del verbale, fino all’accoglimento del ricorso, i nostri consulenti saranno sempre al tuo fianco.

Anche se non hai esperienza nè competenza in materia, per qualsiasi dubbio potrai contattarci al numero 08.100.30.533. I nostri consulenti ti offriranno tutte le informazioni necessarie.

Inviaci il verbale per un esame gratuito

Esaminati da occhi esperti, il verbale di una multa o una cartella esattoriale potranno rivelare motivi di nullità, altrimenti, difficilmente individuabili.

Inviaci il verbale per una valutazione gratuita e non vincolante:
mail via mail all’indirizzo info@ricorsi.net
fax via fax al numero 06.99332313 (scarica la copertina)
fax compilando il modulo seguente

Nel giro di poche ore riceverai risposta.

Calcola la data

Inserisci la data di notifica per individuare il termine ultimo entro cui poter presentare ricorso:
Applica la sospensione feriale (dal 1/8 al 15/9)
Giorni da aggiungere
Termine:

Chi è online

Abbiamo 241 visitatori e nessun utente online