Cassazione Sent. n. 3937/2012

12

Segnaliamo una recente sentenza della Corte di Cassazione, la n. 3937 del 13.03.2012, in cui è ribadito il principio secondo cui il proprietario di un veicolo alla cui guida sia stata commessa un’infrazione può non comunicare i dati del conducente entro il termine prescritto, così che gli sia irrogata una nuova sanzione (per non aver adempiuto all’invito), senza tuttavia soggiacere alla pena accessoria della decurtazione dei punti della patente.

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.