Ricorsi.net
assistenza
Email
Fax

Dopo quanti giorni si può fare ricorso

Prima dell'entrata in vigore del D. Lgs. 150/2011, il termine per la presentazione del ricorso avverso un verbale per infrazione al Codice della Strada, sia innanzi al Prefetto che innanzi al Giudice di Pace, era di 60 giorni a partite dalla data di notifica del verbale medesimo.

Con l'entrata in vigore del D. Lgs. 150/2011 è stata invece ridotto a trenta giorni il termine entro cui è possibile proporre ricorso innanzi al Giudice di Pace. In merito sono necessarie due precisazioni: in primo luogo la modifica riguarda solo il ricorso innanzi al Giudice di Pace, per cui resta invariato il termine di sessanta giorni entro cui si potrà presentare ricorso innanzi al prefetto; in secondo luogo, il nuovo termine si applica solo per quei verbali le cui infrazioni sono state accertate successivamente all'entrata in vigore del D. Lgs. 150/2011 (ovvero il 6 ottobre 2011).

Nel caso in cui oggetto di opposizione sia una cartella esattoriale o un’ordinanza di rigetto il termine per il ricorso è di 30 giorni dalla notifica dell’atto opposto.


Il computo dei giorni comporta l’osserva di alcune semplici regole:
  • Nel computo si deve escludere il giorno iniziale (dies a quo) ed includere il giorno finale (dies ad quem);
  • Se il giorno della scadenza è festivo, la scadenza è prorogata di diritto al primo giorno successivo non festivo;
  • I giorni festivi intermedi (cioè quelli che precedono la scadenza del termine) si computano al pari degli altri non festivi;
  • Si considerano giorni festivi: tutte le domeniche, il 1° ed il 6 di gennaio, il 25 di aprile, il lunedì dopo Pasqua, il 1° di maggio, il 2 di giugno, il 15 di agosto, il 1° di novembre, l’8, il 25 e il 26 di dicembre;
  • Esclusivamente nel caso in cui si faccia ricorso innanzi al Giudice di Pace, ai termine ordinario sono da aggiungere ulteriori quarantacinque giorni nel caso in cui il termine scada nel periodo feriale compreso tra il primo agosto ed il quindici settembre (ad esempio, se il verbale è notificato il giorno 30 giugno, il termine ultimo per la presentazione del ricorso innanzi al Giudice di Pace, sarà il giorno 14 ottobre);
  • Nel caso in cui il verbale sia notificato per posta ed il destinatario non sia rinvenuto presso il luogo di residenza, ai sensi dell'art. 8 L. 890/1982, "la notificazione si ha per eseguita decorsi dieci giorni dalla data di spedizione della lettera raccomandata di cui al secondo comma (quella con cui si avvisa il destinatario del tentativo di notifica e del deposito del piego presso l'ufficio postale) ovvero dalla data del ritiro del piego, se anteriore”.
  • Nel caso in cui il ricorso venga presentato mediante spedizione per posta raccomandata, è sufficiente che entro il sessantesimo giorno il plico venga spedito da parte del ricorrente, a nulla rilevando che la ricezione potrà eventualmente pervenire oltre il sessantesimo giorno.

Siamo al tuo fianco

ricorso multa

Dalla richiesta di valutazione gratuita del verbale, fino all’accoglimento del ricorso, i nostri consulenti saranno sempre al tuo fianco.

Anche se non hai esperienza nè competenza in materia, per qualsiasi dubbio potrai contattarci al numero 08.100.30.533. I nostri consulenti ti offriranno tutte le informazioni necessarie.

Inviaci il verbale per un esame gratuito

Esaminati da occhi esperti, il verbale di una multa o una cartella esattoriale potranno rivelare motivi di nullità, altrimenti, difficilmente individuabili.

Inviaci il verbale per una valutazione gratuita e non vincolante:
mail via mail all’indirizzo info@ricorsi.net
fax via fax al numero 06.99332313 (scarica la copertina)
fax compilando il modulo seguente

Nel giro di poche ore riceverai risposta.

Chi è online

Abbiamo 169 visitatori e nessun utente online