Decreto omologazione TELELASER LTI 20-20 n.6025 del 30.11.1998

64
Decreto
Decreto del Capo Ispettorato Generale Circolazione e Sicurezza Stradale n.6025 del 30.11.1998 – Dispositivo misuratore di velocità ELTRAFF SRL – Via T. Tasso, 46 – Concorezzo (MI)

MINISTERO DEI LAVORI PUBBLICI

ISPETTORATO GENERALE PER LA CIRCOLAZIONE E LA SICUREZZA STRADALE

IL CAPO DELL’ISPETTORATO

Prot. n° 6025

VISTO l’art. 142 del Decreto Legislativo 30 aprile 1992, n.285 – Nuovo Codice della Strada;

VISTO l’art. 345 del D.P.R. 16 dicembre 1992, n. 495 – Regolamento di esecuzione e di attuazione del Nuovo Codice della Strada, come modificato dall’art. 197 del D.P.R. 16 settembre 1996 n.610;

VISTO il D.M. 4199 dell’8 settembre 1997 che ha approvato il misuratore di velocità denominato “TELELASER LTI 20-20” presentato dalla Ditta ELTRAFF srl con sede in Via T. Tasso n. 46 – Concorezzo (MI) con validità limitata a mesi 15 a decorrere dalla data dello stesso decreto;

VISTA la domanda in data 22 giugno 1998 con la quale la Ditta ELTRAFF S.r.l. ha chiesto la proroga dell’approvazione del dispositivo a tutto il 1° marzo 2000, secondo quanto previsto dalla norma CEI EN 60825/1 edizione marzo 1993;

VISTO il voto n. 398 espresso nell’adunanza del 30 settembre 1998 con la quale la V Sezione de! Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici ha espresso parere favorevole all’accoglimento della richiesta con prescrizioni.

DECRETA

Art. 1 – Il termine di validità della approvazione del dispositivo misuratore di velocità denominato “TELELASER LTI 20-20”, prodotto dalla Ditta ELTRAFF srl, previsto nel D.M. n. 4199 in data 8 settembre 1997, è prorogato al 1° marzo 2000.

Art. 2 – Si confermano le prescrizioni di impiego delle apparecchiature già espresse nel D.M. n. 4199 in data 8 settembre 1997 e ribadite dal voto n. 398 del Consiglio Superiore  dei LL.PP.

Art. 3 – Le apparecchiature commercializzate entro il 1° marzo 2000 sono da intendersi idonee all’impiego anche oltre detta data, entro i limiti temporali di validità dell’approvazione previsti nel D.M. 29 ottobre 1997.

Art. 4 – Sugli esemplari commercializzati dopo l’8 dicembre 1998, oltre a quanto previsto nell’art. 2 del D.M. n. 4199 in data 8 settembre 1997, dovranno essere riportati, indelebilmente, anche gli estremi del presente decreto.

Roma, 30 nov. 1998

Il Capo dell’Ispettorato

Dott.Ing. Pasquale CIALDINI

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.