Approfondimenti

Approfondimenti
pec-prefetto

Il ricorso al Prefetto tramite PEC

È possibile presentare il ricorso al prefetto tramite PEC? Assolutamente si. Espressamente, infatti, la legge equipara l’uso della PEC alla tradizionale raccomandata cartacea, sicché alcun dubbio può sorgere circa il legittimo utilizzo di questo strumento. Sull’uso della PEC occorrono tuttavia alcune precisazioni: La PEC deve essere inviata necessariamente dall’indirizzo di…
sospensione-feriale

Sospensione feriale per la presentazione del ricorso

Come ogni anno, la giustizia va in vacanza: dal primo al trentuno agosto , sono infatti, sospesi tutti i termini processuali. Cosa significa? Significa, in pratica, che tutti i termini sono prorogati di trentuno giorni. Facciamo un esempio per comprenderci meglio. Se Tizio riceve un verbale per una multa in…
giorni

Dopo quanti giorni si può fare ricorso

Prima dell'entrata in vigore del D. Lgs. 150/2011, il termine per la presentazione del ricorso avverso un verbale per infrazione al Codice della Strada, sia innanzi al Prefetto che innanzi al Giudice di Pace, era di 60 giorni a partite dalla data di notifica del verbale medesimo. Con l'entrata in…
contributo-unificato

Il contributo unificato e la marca da bollo per il ricorso

Malgrado non ci sia più alcuna cauzione da versare, il procedimento di opposizione innanzi al Giudice di Pace non è comunque esente da spese. La Legge Finanziaria 2010 ha, infatti, riformato il D.P.R. 30.5.2002 n. 115 (il Testo Unico in materia di spese di Giustizia), ricomprendendo anche le opposizioni ad…
verbale

Come distinguere e identificare il verbale di una multa

Per verbale si intende il provvedimento di ingiunzione emesso dall’ente accertatore, in cui siano esattamente riportate le circostanze di tempo e di luogo in cui sarebbe stata commessa l’infrazione, l’articolo del Codice della Strada che sarebbe stato violato con l’espressa indicazione della condotta illegittima, nonché le sanzioni conseguenti la trasgressione.…
preavviso

La differenza tra il preavviso di accertamento ed il verbale

Il preavviso di accertamento è l’avviso lasciato generalmente sotto il tergicristallo dell’auto in divieto di sosta: si tratta di un atto informale, che precede l’emissione e la notifica del verbale e che, contrariamente al verbale, non è portato a legale conoscenza del trasgressore. Il preavviso di accertamento, anche qualora contenga…
soggetti-responsabili

Soggetti responsabili dell’infrazione

La normativa individua analiticamente i diversi soggetti a cui l’amministrazione può ingiungere il pagamento di una sanzione pecuniaria connessa ad una infrazione al Codice della Strada. Tra tali soggetti, secondo la terminologia civilistica, ricorre un vincolo di “responsabilità solidale”. Ciò sta a significare che ad ognuno di essi l’amministrazione potrà…
patente

L’obbligo di comunicare i dati del conducente

Sempre, ogni qual volta un verbale preveda la sanzione accessoria della decurtazione dei punti e non sia stato possibile contestare immediatamente l’infrazione al trasgressore, è fatto obbligo al destinatario del verbale di effettuare la comunicazione dei dati del conducente, a cui, in qualità di effettivo trasgressore, dovrà applicarsi la sanzione…
pagamento

Il mancato pagamento della sanzione della multa

Per espressa previsione normativa, condizione necessaria, affinché il ricorso sia proponibile è che non sia stato effettuato il pagamento della sanzione in misura ridotta (intendendosi per “misura ridotta” l’importo indicato in verbale, il cui ammontare è destinato a raddoppiare qualora entro il sessantesimo giorno non sia stato effettuato il pagamento…
avvocato

Patrocinio dell’avvocato per la presentazione del ricorso

Sia innanzi al Prefetto che innanzi al Giudice di Pace, il ricorrente può svolgere le proprie difese autonomamente, senza l’obbligo di farsi assistere da un avvocato. Ogni attività, anche processuale, attinente all’opposizione del verbale potrà essere svolta personalmente dal ricorrente, o suo delegato. Diversamente, se così non fosse, non solo…
giurisprudenza

Come fare ricorso al Prefetto contro una multa

Gli articoli 203 e 204 del Codice della Strada sono dedicati alla materia del ricorso al Prefetto.Sotto il punto di vista sistematico, il ricorso al Prefetto può essere classificato come un ricorso gerarchico improprio, e, pertanto, resta soggetto – per quanto compatibile con le norme del Codice della Strada –…
legge

L’ordinanza prefettizia

Nel caso in cui l’opposizione sia stata sollevata innanzi alla prefettura, entro trenta giorni dalla ricezione, l’ufficio avrà il compito di inoltrare il ricorso al comando di appartenenza dell’organo che ha emesso il verbale oggetto della contestazione, affinché questi produca i necessari elementi per l’istruttoria a conferma della legittimità dell’accertamento…
scrivere-il-ricorso

Scrivere il ricorso al Giudice di Pace contro una multa

Il ricorso al Giudice di Pace è esperibile a condizione che non siano trascorsi oltre trenta giorni dalla notifica del verbale (o dalla contestazione immediata) e che non sia stata frattanto pagata la sanzione. Il ricorso può essere presentato brevi manu presso l’ufficio del Giudice di Pace o spedito per…
cassazione

Il procedimento per fare ricorso al Giudice di Pace

Il procedimento di opposizione innanzi al Giudice di Pace è regolato in parte dalla Legge 689/1981 e, per quel che residua, dalle norme del Codice di Procedura Civile. Dopo il deposito (e quindi l’iscrizione a ruolo) del ricorso, il Giudice di Pace dovrà fissare l’udienza per la comparizione delle parti,…
modello

Come fare ricorso contro l’ordinanza del Prefetto

L’art. 205 del Codice della Strada prevede che si possa fare ricorso innanzi al Giudice di Pace anche contro l’ordinanza ingiunzione di pagamento di una sanzione amministrativa pecuniaria, entro il termine di trenta giorni dalla notifica della stessa (o sessanta se il ricorrente risiede all’estero). Ciò significa che, nel caso…